giovedì 18 agosto 2022
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

I lattarini in banco, movimenti ipnotici

Un banco di lattarini che si muove in acqua è uno spettacolo che ipnotizza: capiamo qualcosa di più su questi movimenti e sulla specie


I lattarini in banco, movimenti ipnotici

Il lattarino Atherina boyeri è un piccolo pesce che misura dai 12 fino a 15 centimetri. Ha un corpo allungato di colore grigio punteggiato di nero sul dorso e bianco sul ventre. Sui fianchi si vede una linea orizzontale argentea.

I lattarini in banco, movimenti ipnotici
Foto di Filippo Fratini

Caratteristiche di questo pesce è che vive in banchi in ambienti sabbiosi poco profondi e può sopportare ampie variazioni di salinità, dalle acque dolci a quelle salate (specie eurialina). Ed è proprio negli estuari dei fiumi o delle lagune che si riproduce in primavera.
Nel nostro mare è una specie molto comune, si avvista facilmente anche dal pontile, come nelle immagini video che vedete.



I lattarini si nutrono di plancton che cacciano soprattutto di notte, mentre di giorno si radunano in banchi anche di grandi dimensioni. Nel video si può vedere come un cefalo si insinua nel banco per predare. I lattarini svolgono infatti un ruolo chiave nel trasferimento di energia dai piani bassi a quelli più alti delle reti alimentari. Il ruolo del banco è quello di proteggere gli individui, in quanto il predatore non riesce a mirare al singolo animale ma si tuffa nel mezzo sperando di catturarne almeno uno. Non sempre però l'impresa riesce, tant'è che il fenomeno viene chiamato "effetto di confusione".

I lattarini in banco, movimenti ipnotici

Il biologo Brian L. Partridge afferma infatti che "in un banco ciascun pesce usa gli occhi e le linee laterali* per uniformare la propria velocità e direzione a quelle degli altri pesci del banco, diminuendo in questo modo il rischio di essere predato".

I lattarini in banco, movimenti ipnotici

Centinaia di lattarini si "muovono all'unisono, più simili a un unico organismo che a un insieme di singoli individui. Il banco si sposta seguendo un percorso rettilineo, poi, improvvisamente, vira; neppure un singolo pesce si smarrisce dal banco". Il cefalo che si lancia dal fondo fa si che i membri del banco si disperdono in un attimo "come se fossero una sfera in espansione.

I lattarini in banco, movimenti ipnotici


I lattarini in banco, movimenti ipnotici
L'istantanea dispersione fa svanire il banco in una frazione di secondo, ma nessun pesce entra in collisione con altri. Dopo qualche istante gli individui sparpagliati tornano a raccogliersi in piccoli gruppi; infine il banco si riforma, con una perdita complessiva di non più di uno o due membri.
Il fatto che una grande quantità di pesci si aggreghi in banchi suggerisce che tale comportamento offra un notevole vantaggio evolutivo".
Il banco di pesci "non è una struttura geometrica regolare come un reticolo cristallino. In ogni specie un pesce ha una distanza e una sua angolatura preferenziale rispetto al suo più stretto vicino. La distanza ottimale e le posizioni relative dei pesci, però, non vengono rigidamente mantenute".
Questa specie quindi la possiamo ricordare più che per la sua livrea per il suo comportamento molto affascinante.

I lattarini in banco, movimenti ipnotici


I lattarini in banco, movimenti ipnotici


I lattarini in banco, movimenti ipnotici


*La linea laterale è costituita da canali gelatinosi che comunicano con l'ambiente esterno mediante pori. All'interno dei canali si trovano migliaia di cellule ciliate che sono molto simili ai recettori del suono dei vertebrati terrestri. La risposta data dalle cellule ciliate agli spostamenti dell'acqua fornisce le informazioni riguardanti la velocità e la direzione dei pesci
circostanti.


I lattarini in banco, movimenti ipnotici


I lattarini in banco, movimenti ipnotici


I lattarini in banco, movimenti ipnotici

di Aldo Marinelli del 29 luglio 2022

Natura


Il calabrone o ammazzasomari

Il calabrone o ammazzasomari

E' l'animale più pericoloso in Italia, ma al tempo stesso affascinante e dalla vita sociale simile a quella delle api. Scopriamo insieme la sua vita e perché viene chiamato ammazzasomari

di Aldo Marinelli del 14 giugno 2022

 
Le ghiande di farnia e la galla di Knopper

Le ghiande di farnia e la galla di Knopper

Mature in questo periodo, le ghiande peduncolate della farnia sono riconoscibili e bellissime

di Aldo Marinelli del 27 settembre 2021

 
Storia di un polpo

Storia di un polpo

Grazie al biologo marino Filippo Fratini raccontiamo una storia a lieto fine che ha come protagonista un piccolo polpo della specie Octopus vulgaris

di Aldo Marinelli del 28 giugno 2021

 
Anacamptis coriophora, l'orchidea che odora di cimice, ma non qui da noi

Anacamptis coriophora, l'orchidea che odora di cimice, ma non qui da noi

Un'altra bellissima orchidea trovata sul nostro territorio, dai colori rosati e dall'eleganza incredibile

di Aldo Marinelli del 23 maggio 2021

 
Curriculum |m@il | © 2013 2021 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016