venerdì 21 giugno 2024
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

La nascita delle seppie

Dopo ogni mareggiata puntualmente in primavera sull'arenile si rinvengono uova di seppia spiaggiate: scopriamo cosa c'è al loro interno



La seppia è un mollusco che vive su fondi costieri sabbiosi con profondità di circa 150 m anche se nei mesi freddi si sposta a profondità maggiori.
La sua riproduzione avviene in prossimità della costa da aprile a luglio: i maschi producono circa 1400 sacchetti contenenti lo sperma, chiamate spermatofore, che introducono nel corpo delle femmine tramite l'ectocotilo (un tentacolo modificato). Le femmine producono dalle 150 alle 3000 uova dal diametro di 8-10mm che vengono deposte su substrati di ogni tipo in grappoli neri simili a uva. Le uova però non vengono deposte in soluzione unica, ma suddivise in qualche settimana, per garantire una maggiore sopravvivenza ai piccoli (si parla di deposizione multipla). La schiusa avviene dopo circa un mese (a 21°C) e le piccole seppie (7-8 mm) sono bentoniche e già in grado di cacciare da sole.

La nascita delle seppie


La nascita delle seppie


La nascita delle seppie


La nascita delle seppie


La nascita delle seppie
Uova di seppia spiaggiate, attaccate ad un cavo elettrico

di Aldo Marinelli del 10 maggio 2019

Natura


La Zerynthia cassandra

La Zerynthia cassandra

Impariamo a conoscere una farfalla e il suo bruco, estremamente localizzata e non sempre facile da osservare

di Aldo Marinelli del 12 maggio 2024

 
La vita di un fontanile

La vita di un fontanile

Il mondo microscopico dell'acqua stagnante in un fontanile all'interno della Tenuta del Presidente a Castel Porziano

di Aldo Marinelli del 01 maggio 2024

 
Ebbene sì, anch’io soffro di eco-ansia

Ebbene sì, anch’io soffro di eco-ansia

Riflessioni di un prof di scienze, sconsolato da quello che vede attorno

di Aldo Marinelli del 13 agosto 2023

 
Uno strano rinvenimento: Tethys fimbria

Uno strano rinvenimento: Tethys fimbria

Grazie alla rete che ormai si sta formando sul territorio una strana presenza ci è stata subito segnalata e poi identificata. Si tratta di un mollusco comune ma non diffuso.

di Aldo Marinelli del 18 marzo 2023

 
Curriculum |m@il | © 2013 2023 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016