sabato 28 novembre 2020
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

Grande sorpresa per tutti: da Ostia, un porporato papabile

Una chiacchierata amichevole tra il fondatore della Ciurma e il futuro cardinale Paolo Lojudice per scoprire i retroscena della nomina


Grande sorpresa per tutti: da Ostia, un porporato papabile
Don Paolo davanti al luogo dell'assassinio di Simeone Nardacci

Il 28 novembre Papa Francesco ha annunciato un concistoro per nominare 13 nuovi cardinali. Tra di essi c'è un nostro “amico”, già vescovo qui a Ostia fino all’anno scorso ed ora arcivescovo a Siena. Si tratta di Paolo Lojudice, sempre molto presente nel nostro territorio e intervistato qualche anno fa da Aldo Marinelli (qui il Link e qui Link).


Grande sorpresa per tutti: da Ostia, un porporato papabile
L'intervista di Aldo Marinelli a Don Paolo

Stefano Di Tomassi, fondatore dell'Associazione La Ciurma, lo ha raggiunto al telefono per una chiacchierata da buoni amici tra ‘la ciurma dei messaggeri’ e il neo Cardinale romano che da Vescovo, insieme a Papa Francesco, ha fatto sentire Ostia città di Dio.
“Don” Paolo si racconta e svela i retroscena della sua nomina:

Buongiorno don Paolo… sua Eccellenza, Reverendissimo… Ma insomma da qui in futuro come ti dovremo chiamare?
Ciao Stefano! Eh, non lo so (sorride), Giuseppe o Giovanni? Chiamatemi come volete

Che sorpresa grande che è stata ascoltare all’Angelus il tuo nome dal Santo Padre per il prossimo concistoro… Questa scelta davvero ci rincuora perché vuol dire che si porta sempre più la chiesa a fare del servizio come pastori un messaggio universale. Questa per noi è un’altra garanzia di vedere come questa chiesa stia cambiando veramente. Una chiesa che da lontano si fa sempre più vicina alla gente.
Beh, io semplicemente continuo a fare quello che facevo, solo con uno sguardo un po’ più vicino alla chiesa universale.

Grande sorpresa per tutti: da Ostia, un porporato papabile
Don Paolo con Stefano Di Tomassi in visita presso la sede della Ciurma

Quindi adesso ti toccherà viaggiare per tutto il mondo?
No, no ci mancherebbe altro… Dipende… (sorride)

Prima a Ostia ti muovevi di quartiere in quartiere, poi a Siena di paese in paese, di città in città…? Che faremo adesso…? Ti compreremo un Jet privato?
No, no… Una grande Bottiglia ci vuole. Dipende da diverse cose: quali incarichi, impegni, quali gruppi di lavoro, dicasteri… Solo il papa ha in mente certi progetti.

Mi fa piacere che citi i messaggeri nella bottiglia, questo Servizio con cui abbiamo collaborato insieme , oltre che misericordiAMOstia, la rete Pacis. Con i messaggeri siamo partiti dall’attivazione nella Ciurma associazione ma poi siamo approdati alla prefettura di Ostia, nella chiesa. Tu sei stato il primo Vescovo a prestarsi volentieri a tutti questi servizi della ciurma e in particolare a questa rete informativa multimediale che ha messo in rete le diverse parrocchie. La Provvidenza poi ha voluto che grazie a questa rete mediatica si collaborasse poi con la TV ufficiale per mandare in onda le messe durante il Covid quando non si poteva partecipare. E’ un gruppo che in pochi anni è cresciuto tanto e quasi non si controlla più.
Si… Pensa che proprio ieri mi ha chiamato, per via di questo nuovo mio incarico, il vescovo Dario (allude a mons. Gervasi, neo nominato Vescovo del Settore Roma Sud Ostia Ostia Antica) che tra l’altro a Ostia è già venuto e lo avete seguito con i messagger

Si, lo abbiamo già diffuso
Si, l’ho potuto ascoltare. Comunque lui è molto contento, Dario è così, è un’entusiasta, un buono, una persona proprio speciale.

Si, si è già capito dalle parole. Ha un viso molto pulito.
A sentir lui dice ‘anche troppo.. troppo buono

Però del resto lo Spirito Santo ci manda le persone giuste, ad arte, al momento giusto…
Assolutamente

Si vede, che qui a Ostia, c’è bisogno di questo…
Ne sono assolutamente convinto

Un altro pezzettino di strada, diverso, che comunque voi Vescovi qui a Ostia state facendo in continuità
Infatti è così

Ascolta, un’altra cosa mi piacerebbe sapere: come è andata la nomina a cardinale? Come sei stato avvisato…?
L’ho saputo dall’Angelus.

Davvero???
Si, perché una persona mia ospite stava vedendo la televisione ed è venuta da me dicendomi: “Ehi, ma allora hai sentito?”
“Che cosa?" rispondo. "Ma che è uno scherzo?”
E poi abbiamo sentito il replay e allora ho detto:“ Ah, ma allora è vero che… E così l’ho saputo Stefano”


Non posso crederci
Eh si… E’ del resto è nel suo stile (alludendo a Papa Francesco). Oltre al mio stupore per la notizia in sé non se ne deve avere nel metodo, perché è così questo Papa. Io l’ho sentito anche dagli altri, da Matteo Zuppi all’elemosiniere Konrad Krajewski. Fa sempre la stessa cosa.

Quindi, non ti ha telefonato, nessuna comunicazione…?
Assolutamente no. Pensa, io l’avevo visto lunedì scorso. Ero da lui per motivi istituzionali, per fargli il punto della situazione… E abbiamo parlato quasi un’ora! Assolutamente non mi ha… Insomma, neanche una parola… Del tipo, chessò… ‘Preparati…’ Niente! E’ così: lui fa così sempre… Secondo me è un segno caratteristico ma chissà… Forse può significare anche che non vuole dire in giro… Che non si fida? Del resto dopo tutti gli sgambetti che gli hanno fatto, ecco, lo capisco.

Per rimanere pratici, cosa ti e ci cambia? Oltre a poter indicare il futuro Papa nella chiesa, ma anche in termini di attività che farai. Come funziona ora? Ti verranno indicati dei dicasteri?
Allora, guarda Ste: è possibile che, siccome i cardinali sono in vari dicasteri, ovvero si partecipa, si fa ‘parte di’, si tratta di capire che cosa. Io penso che mi darà delle cose che io tutto sommato già facevo, in modo che io possa integrare. Non credo che io possa fare altro. Insomma, se mi mette all’economia non credo che io possa…

Mandi falliti tutti
No, cercherei di essere accorto. Non lo so, a questo punto tutto è possibile.

Ti tratterrà più tempo a Roma?
Questo è possibile, nel senso che mi farà venire un po’ più spesso… Beh, per fortuna Roma non è così lontana quindi su questo non mi faccio problemi

Potrebbero esserci dei cambiamenti anche all’interno dell’Arcivescovato di Siena oppure sono due ruoli questi che possono convivere?
Nello schema mentale di Papa Francesco possono senz’altro convivere. Anche se a Siena l’ultimo vescovo cardinale risale al 700. Ma al Santo Padre non interessa che tu sia vescovo di Milano o di Canicattì. A lui interessa che tu condivida ‘alcune cose’.

Infine don Paolo mi piacerebbe che tu rivolgessi un messaggio direttamente ai messaggeri e anche a chi mi aiuta per il percorso di dialogo religioso e incontro ecumenico in Ostia… E’ possibile?
Si, certo. Digli chiaramente che quell’esperienza vissuta con loro è stata ben impostata, molto bella e direi caratteristicamente e profondamente evangelica: portare il vangelo dovunque con tutti i mezzi e con tutti i sistemi. Questo devo dire seppure nell’assoluta semplicità di quella esperienza eppure.
E’ stata devo dire molto bella, spero che continui. E spero che il mio successore, don Dario, trovi il modo di farla continuare, di collaborare con voi e questo lo sento con tanta speranza. E io… Io spero di fare quello che il Papa mi indicherà di fare con semplicità e andando avanti. Tutto qui. Andiamo avanti.


Grande sorpresa per tutti: da Ostia, un porporato papabile
Posa della targa dedicata a San Michele Arcangelo durante l'apertura straordinaria di Tor San Michele

Grazie don Paolo.
Grazie a te.

di Aldo Marinelli del 27 ottobre 2020

Speciali


La villa romana di Procoio

La villa romana di Procoio

Scopriamo un luogo poco conosciuto di Ostia

di Aldo Marinelli del 13 novembre 2020

 
Il sali e scenni

Il sali e scenni

E se Ostia avesse avuto il quarto cavalcavia?

di Aldo Marinelli del 10 novembre 2020

 
Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano, Vigile del Fuoco nella caserma di Ostia, insieme al suo collega Marco De Felici, racconta come ha portato in salvo i tre bambini di Casamicciola, Paqualino, Mattias e Ciro, intrappolati sotto le macerie del terremoto

di Aldo Marinelli del 05 settembre 2017

 
Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Analizziamo i movimenti del sole all'alba e al tramonto nel corso di un anno; da novembre a febbraio sia l'alba che il tramonto sono visibili sul mare, come riferimento il nostro pontile

di Aldo Marinelli del 16 settembre 2016

 
Curriculum |m@il | © 2013 2020 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016