mercoledì 21 ottobre 2020
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

Fammi respirare, la storia di Silvia Vecchioli

Fammi respirare, la storia di Silvia Vecchioli

Affetta da una malattia degenerativa, l’ipertensione polmonare, Silvia dal 2008 affronta la sua vita con una forza ed energia tali da averla migliorata, così come lei stessa afferma



Ci incontriamo nel suo camper, o come dice lei la sua seconda casa: Silvia ha la mascherina, come tutti. Per lei però è ancora più importante, la sua malattia colpisce proprio i polmoni. Silvia dal 2008 scopre perché era sempre così stanca, bastavano i pochi scalini per entrare in casa: non erano le quattro figlie a sfiancarla ma una causa molto più subdola e silenziosa. Una malattia degenerativa, l’ipertensione arteriosa polmonare: nelle sue arterie circola un sangue alla pressione di più di 25mmHg invece dei consueti 12/16 mHg. Praticamente il doppio, e nelle fasi successive anche di 4 volte maggiore. Il cuore destro non si riesce ad adattare a questa maggiore pressione e tende a dilatarsi, il che comporta una minore quantità di sangue nel circolo polmonare.
Silvia soffre della peggiore delle 4 patologie: l’ipertensione di origine idiopatica, cioè quella di cui non si conosce la causa.
Silvia ci mostra la sua amica, così come dolcemente la definisce: è la macchinetta che inietta in circolo 24/24h i medicinali necessari per contrastare il più possibile la degenerazione fisica.
“Oggi ho pianto pure poco” conclude fuori onda Silvia alla fine dell’intervista, “raccontare ciò che vivo per me è sempre emotivamente molto forte, d’altronde la malata sono io” mi dice. Un coraggio non indifferente il suo, sfociato quest’anno anche in una canzone, scritta insieme al maestro Manzo, per veicolare ancora di più la conoscenza di questa malattia. Fammi respirare è il titolo del brano, il cui video interamente girato ad Ostia, racconta la storia di questa donna da ammirare. Insieme all’AMIP, l’Associazione Malati di Ipertensione Polmonare, Silvia sta facendo di tutto per far conoscere questa malattia rara, frequentemente diagnosticata troppo tardi, quando il paziente ormai è fortemente debilitato.
Un esempio di donna, nata e cresciuta a Ostia, che combatte ed affronta la realtà attraverso un atteggiamento attivo e propositivo, nonostante le grandi limitazioni imposte dall’ipertensione.
L’intervista è da ascoltare perché si possa capire come poter affrontare la vita quando tutto sembra crollarti addosso.

Per informazioni sull’AMIP la pagina Facebook è Link

Per guardare il video di Fammi Respirare



di Aldo Marinelli del 10 luglio 2020

Interviste


Conoscete la storia del Canale dei Pescatori?

Conoscete la storia del Canale dei Pescatori?

Il geologo Piero Bellotti, docente in pensione dell'Università La Sapienza, ci da un'analisi scientifica del nostro Canale

di Aldo Marinelli del 05 novembre 2017

 
Il barcone delle estati che furono

Il barcone delle estati che furono

Piangete bambini che così mamma vi porta a vedere la balena Gelsomina, la balena birichina

di Aldo Marinelli del 30 luglio 2017

 
Alessandro Paglia e i famosi krapfen di Ostia

Alessandro Paglia e i famosi krapfen di Ostia

Ad Ostia esistono delle eccellenze e come tali vanno valorizzate. Conosciamo Alessandro Paglia, 49 anni, artista della pasticceria che con i suoi Krapfen è famoso in tutta Ostia, Roma e non solo!

di Aldo Marinelli del 25 gennaio 2017

 
E' uscito l'ebook #iorestoacasaescrivo

E' uscito l'ebook #iorestoacasaescrivo

Prodotto durante il lock-down dall'Associazione GEA, l'ebook contiene i pensieri e e le emozioni di oltre due mesi di vita in condizioni di restrizioni

di Aldo Marinelli del 26 giugno 2020

 
Curriculum |m@il | © 2013 2020 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016