lunedì 26 febbraio 2024
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

Anche i pesci hanno le loro sanguisughe!

Scopriamo la Pontobdella muricata, un animale molto difficile da vedere, anche perché non così comune



A volte attaccate all'addome, alle branchie e alle pinne dei pesci, sopratutto razze e torpedini, potreste trovare degli strani vermi cilindrici, dal colore verdastro, tubercolati, con una vistosa proboscide e una ventosa a forma di campana: sono irudinei, sanguisughe marine. Sono parassiti dei pesci bentonici, in particolare delle specie più lente (Torpedo marmorata, Raja clavata, Scorpaena porcus, Scorpaena scrofa).

Anche i pesci hanno le loro sanguisughe!

La specie che vedete si chiama Pontobdella muricata ed è la più comune nel Mediterraneo.
Vive succhiando il sangue e si riproduce attraverso uova a forma di cocoon, bozzoli coperti di muco. E' ermafrodita ed è imparentata coi lombrichi, come si nota dalla parte centrale del corpo, il clitello visibile qui solamente durante il periodo di riproduzione.
Lunga fino a 20cm,, non ha dei veri e propri occhi.

Anche i pesci hanno le loro sanguisughe!


Potrebbe essere più facile incontrare la sua parente delle acque dolci, l'Hirudo medicinalis, in cui la metameria (la divisione in segmenti del corpo) è meno evidente della Pontobdella.
Le due specie hanno in comune la bocca circolare con la ventosa con la quale si attaccano al corpo di un vertebrato e, grazie a piccoli denti calcarei, producono un potente anticoagulante per meglio succhiare il sangue e un anestetico per impedire alla vittima di provare dolore sia quando viene incisa la pelle del malcapitato sia quando si nutrono indisturbate. Il tubo digerente presenta molti diverticoli che permettono di accumulare e conservare moltissimo sangue e quindi di resistere a lunghi periodi di digiuno.Esse sono infatti in grado di nuotare serpeggiando, per spostarsi da un ospite all'altro.

Anche i pesci hanno le loro sanguisughe!
Hirudo medicinalis, la sansuisuga delle acqua dolci

Grazie per la segnalazione a Giuseppe Migliore, della Cooperativa Calafuria del Borghetto dei Pescatori di Ostia.

di Aldo Marinelli del 30 giugno 2019

Natura


Ebbene sì, anch’io soffro di eco-ansia

Ebbene sì, anch’io soffro di eco-ansia

Riflessioni di un prof di scienze, sconsolato da quello che vede attorno

di Aldo Marinelli del 13 agosto 2023

 
Uno strano rinvenimento: Tethys fimbria

Uno strano rinvenimento: Tethys fimbria

Grazie alla rete che ormai si sta formando sul territorio una strana presenza ci è stata subito segnalata e poi identificata. Si tratta di un mollusco comune ma non diffuso.

di Aldo Marinelli del 18 marzo 2023

 
Conosciamo la Pompìa, frutto endemico di Siniscola presente alle giornate sarde di Ostia

Conosciamo la Pompìa, frutto endemico di Siniscola presente alle giornate sarde di Ostia

Alle giornate Sarde di Ostia l'agrume tra i più rari al mondo, che nasce spontaneo solo a Siniscola, in provincia di Nuoro

di Aldo Marinelli del 02 ottobre 2022

 
I lattarini in banco, movimenti ipnotici

I lattarini in banco, movimenti ipnotici

Un banco di lattarini che si muove in acqua è uno spettacolo che ipnotizza: capiamo qualcosa di più su questi movimenti e sulla specie

di Aldo Marinelli del 29 luglio 2022

 
Curriculum |m@il | © 2013 2023 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016